CONFERENZA PROGRAMMATICA E PREMIAZIONI ANNUALI ASI SPORT EQUESTRI

Giunti al consueto appuntamento con ASI Sport Equestri ed il suo evento annuale, autorità, amici e campioni hanno salutato l’anno passato e dato il benvenuto al 2019 attraverso riflessioni e premiazioni.

L’evento del 18 febbraio è stato come sempre teatro di progetti futuri dopo l’attento esame della passata stagione, costellata di iniziative e successi, che hanno brillantemente traghettato il Settore Sport Equestri all’inizio del 2019. Molte le aspettative per la nuova stagione, tutte pienamente giustificate dal significativo carniere di riuscite attività che ha caratterizzato gli ultimi mesi.

Attraverso video, report fotografici, interventi, la massiccia presenza di campioni del settore ed accompagnati dalla voce del giornalista sportivo Paolo Signorelli, gli onori di casa nell’elegante cornice della Terrazza Derby dell’ippodromo delle Capannelle di Roma sono toccati al Responsabile Nazionale del Settore Sport Equestri, Chiara Minelli, accompagnata dal direttore sportivo e Vicepresidente ASI Emilio Minunzio .

Molte le attività di spicco, prima tra cui la partecipazione al Global Champions Tour di cui il Settore ha curato la maggior parte delle attività fuori gara : allestito un Pony Village che per l’intera durata dell’evento ha avvicinato i più piccoli al mondo del pony attraverso attività di gioco e di conduzione da terra, percorsi sensoriali ed educativi. Tecnici e Giudici del Settore hanno affiancato il personale FEI nelle attività legate al Salto Ostacoli internazionale, mentre la punta di diamante delle attività è stata rappresentata, come spesso avviene, dalle Discipline Integrate, che hanno fatto scendere in campo 100 atleti disabili e non accompagnati dai loro cavalli, mostrando al mondo intero ed al pubblico dello Stadio dei Marmi tutte le loro potenzialità. Questo dipartimento, che da anni si è meritato il titolo di fiore all’occhiello del Settore grazie alla sua esponenziale crescita attraverso il connubio tra impegno sociale e sport, ha portato in sala i campioni del Trofeo 2018 : i migliori Atleti e le migliori Società. Ce ne ha parlato con orgoglio Chiara Minelli, coordinatrice ad interim di una commissione che ha lavorato ad un regolamento completamente nuovo, sempre più ricco, sempre più inclusivo, sempre più didatticamente pregno, tanto da divenire prova qualificante per il Salto Ostacoli.

E proprio con il Salto Ostacoli si è giunti al cuore pulsante del pomeriggio che ha visto sfilare numerosi i vincitori degli ormai noti Trofeo Scuole di Equitazione e Summer Cup. Presentati i calendari 2019 contornati da un turbinio di novità che, volte sempre al miglioramento del settore ed attente alla crescita didattica dei propri binomi, comprenderanno nuove categorie e nuove o rivisitate formule di gara.

E parlando di didattica hanno sfilato anche i campioni più piccoli, il vivaio dei cavalieri di domani, il mondo del Ludico addestrativo che nella passata stagione ha goduto anche di un Campionato Nazionale. Attraverso le parole della referente di disciplina Ilary Manzone sono stati tutti premiati e presentate le novità del settore per l’anno a venire : nuovi giochi e nuovi appuntamenti per un avvicinamento all’Equitazione a misura di bambino.

Altro principio molto caro al Settore è quello della sicurezza : il 2018 ha visto lavorare il Settore su una profonda sensibilizzazione dei tesserati sulle tematiche della sicurezza a cavallo, istituendo all’uopo un apposito premio di cui sono stati presentati i vincitori. L’argomento sta particolarmente  a cuore ai vertici di ASI Sport Equestri per cui la Campagna sicurezza verrà ripetuta nel 2019.

La rassegna delle discipline ASI Sport Equestri si è completata attraverso il mondo Western che ha prodotto testimonianze di Team Penning, Barrel Racing e Gimkana introducendo i campioni della stagione passata ed i calendari 2019 degli appuntamenti di gara. Un momento dedicato al Trekking ci ha regalato immagini di paesaggi suggestivi attraverso le parole di Michele Lopa, referente nazionale della disciplina e curatore di iniziative di particolare rilievo.

E poi i premi speciali : particolarmente toccante la storia del pony Jacco, piccola vittima di un incendio presso il carcere sardo di Is Arenas dove prestava servizio per un progetto ASI con i detenuti : il premio a lui intitolato è stato i consegnato ad un altro carcere, quello di Civitavecchia, attraverso la persona della direttrice, che aprirà un nuovo progetto anche grazie al pony donato da ASI e presentato in sala alla platea.