Bilancio positivo per ASI, alla conclusione di Cavalli a Roma.

staffIn una Fiera molto attenta al cavallo in tutti i suoi aspetti, il nostro Ente ha trovato lo spazio per mostrare  i tanti modi possibili di stare con questo splendido animale.
Partiamo naturalmente dallo sport, alla base della nostra attività statutaria: nell’arena di fronte allo spazio istituzionale ASI si sono avvicendate le belle dimostrazioni di volteggio e syncro e non è mancata l’occasione, per i tanti bambini presenti, di conoscere i pony e i cavall, mentre i falconieri a cavallo hanno regalato con i loro splendidi rapaci momenti magici a grandi e piccoli.
Tante le persone che si sono fermate allo stand ASI, per chiedere informazioni sulle attività e scambiare idee, e soprattutto tanto l’interesse per le iniziative sociali che abbiamo portato in Fiera: con Progetto Capannelle, dieci giovani hanno dimostrato l’efficacia dello sport equestre per superare gli ostacoli, non tanto in campo quanto nella vita, mentre i detenuti in semilibertà di Io ci sto dentro – realizzato da ASI in sinergia con l’Ente Nuova Fiera di Roma – hanno contribuito alla Fiera, impiegati nella viabilità interna e nell’assistenza ai campi gara.
La tavola rotonda sugli Interventi Assistiti con gli Animali, preceduta da un importante momento istituzionale promosso dal Ministero della Salute, è stata infine l’occasione per fare il punto sull’impiego degli animali – cavallo in primis – per la salute umana.
Archiviata con soddisfazione l’edizione 2017 di Cavalli a Roma, si torna a casa (uomini cavalli e rapaci….) con spunti di riflessione e nuovi progetti. Al lavoro dunque, aspettando Cavalli a Roma 2018.